Ciao amici Automatici e benvenuti al primo Tutorial di Camera Raw, la camera oscura del digitale.

Prima di iniziare con la carrellata di nozioni, esempi e chiarimenti, credo sia doveroso dare una prima definizione: che cos’è un file raw.

Le macchine fotografiche moderne hanno un elevato numero di megapixel e ciò comporta la generazione di file più grandi. I tre formati di archiviazione maggiormente usati dalle reflex sono tre: TIFF, RAW e JPEG.

Il file Raw varia in base al produttore: le reflex Canon producono il CRF (Canon Raw File) e le Nikon generano il NEF (Nikon Electronic File). Manipolando il file Raw possono essere modificati alcuni parametri di scatto (temperatura, tinta, bilanciamento del bianco, esposizione, contrasto, etc) piuttosto facilmente.

Il formato Raw inoltre contiene i metadati (modello reflex, obiettivo usato, lunghezza focale, diaframma, valori ISO, tipo di esposizione  e, se l’avete imposta, anche la vostra firma digitale!)

I software di fotoritocco come Adobe Photoshop e Adobe Photoshop Elements  contengono un plug-in, Camera Raw, capace di manipolare quasi tutti i formati RAW esistenti.

Iniziamo subito col dare uno sguardo all’interfaccia.

 

Ed eccoci giunti alla fine della prima infarinatura di questo lungo e, spero, non noioso viaggio nella camera oscura digitale.

E’ possibile scaricare la lezione in formato .PDF al seguente link Lezione#1

A presto, Sam DiGio’.

 

Pin It on Pinterest

Share This